I Forgiati Italiani ZMF Si Fanno In Tre

A circa un anno e mezzo dalla sua prima presenza all’IWA 2014 la ZMF appare sempre più intenzionata ad imporre il suo nome nel mercato dei componenti per le armi.

L’interesse da parte di produttori sia italiani che stranieri è stato notevole, ed i grandi marchi del settore che utilizzano i prodotti ZMF cominciano ad essere un cospicuo numero.

Dopo i periodi necessari al set up degli impianti adesso la produzione è a pieno regime ed in modalità automatica. L’azienda offre la linea di prodotti in leghe 6061 e in 7075, sia nella forma standard che in quella custom su specifiche richieste del cliente che prevedano modifiche alle geometrie dei componenti. Un notevole sviluppo è dato da altri prodotti custom: carcasse per semiautomatici e fucili a pompa, bascule e crosci per basculanti etc… che rappresentato un altro tassello importante nel settore armiero della società bergamasca.

detaglio dell'anodizzazione colore naturale
detaglio dell’anodizzazione colore naturale

La seconda presenza all’edizione IWA 2016 ha scandito sia l’impegno nell’immagine che nel contenuto del marchio italiano portando ZMF ad aver già deciso per una terza presenza in forze con numerose novità all’edizione 2017.

Negli ultimi mesi la ZMF ha finalmente terminato l’iter per depositare il brevetto industriale della forgiatura con spine del lower receiver in 6061, progetto su cui ha puntato molto in termini di progetto e studio. (SI PUO APREZZARE IL VIDEO DI FORGIATURA COMPELTAMENTE AUTOMATIZZATA).

Finitura dell'anodizzazione nera
Finitura dell’anodizzazione nera

L’offerta della ZMF è suddivisa in tre linee, ognuna delle quali presenterà caratteristiche pensate per soddisfare le esigenze di un ben preciso segmento di mercato.

La LINEA DEFENCE, dedicata al settore professionale e militare propone componenti in lega 7075 realizzati con tolleranze che rispettino i requisiti degli standard Mil-Spec. Le finiture disponibili prevedono la classica anodizzazione dura di colore nero opaco, oppure a richiesta finitura Cerakote in vari colori. La scelta di offrire principalmente del 7075 è motivata dal fatto che tutt’ora in molti capitolati viene ancora richiesta questa lega, impiegata sin dai primi anni di produzione del sistema AR. Da marzo 2016 la ZMF possiede anche la licenza in art. 28 per meglio dialogare con questo specifico mercato.

alcune delle finiture disponibili, cerakote, anodizzata e con texture camo
alcune delle finiture disponibili, cerakote, anodizzata e con texture camo

La LINEA SPORT, offre recivers in alluminio 6061, tubi buffer anche di tipo commercial, a richiesta reciver realizzati su specifiche richieste. Per quanto riguarda le finiture qui la fanno da padrone le anodizzazioni senza escludere comunque la classica anodizzazione nera. All’interno della linea sport è stato sviluppato un prodotto specifico per il SOFT AIR, che prevede reciver dedicati in 6061, con finitura semplice anodizzata nera oppure con trattamento SOFT TOUCH. Questa finitura particolare già utilizzata da altri grossi marchi su alcuni componenti delle loro armi è di fatto una sorta di verniciatura che al tatto rende la superficie del pezzo come se fosse coperta da leggerissimo strato di gomma. “SOFTAIR-SOFTTOUCH” è il claim di questa specifica gamma di prodotti del segmento SPORT.

finitura superficiale sabbiata con anodizzazione colore naturale
finitura superficiale sabbiata con anodizzazione colore naturale

La LINEA SECURITY, dedicata ad un settore che ha esigenze professionali ma che non deve sottostare a rigidi parametri di accettazione previsti da capitolati. Di fatto unisce caratteristiche della Linea Defence e della linea sportiva dando la massima flessibilità di scelta. I componenti sono disponibili sia in 7075 che in 6061, esiste sempre la possibilità di richiedere componenti custom con modifiche al disegno del progetto originale (inserimento di loghi specifici, geometrie più accattivanti etc…). Come finiture oltre alla classica anodizzazione dura di colore nero sono previste anche quella naturale che lascia le superfici di un colore metallico caldo, definita Titanium, quella Camouflage, ottenuta col processo di Water Transfer, e l’Anodizzazione Teflonica al PTFE. Quest’ultima è una particolare anodizzazione additivata con del PTFE durante il processo in modo da inglobare del lubrificante nello strato superficiale. Il risultato è una superfice con una maggiore scorrevolezza, e minore adesione di morchie e sporco facilitando cosi la pulizia e migliorando l’affidabilità dell’arma. Questo tipo di anodizzazione deriva dal settore Marine Euipment (nel quale ZMF lavora ormai da più di 10 anni) e garantisce una grossa resistenza alla corrosione ed è completamente water proof.

upper receiver 80% con finitura camo, anodizzata nera e con anodizzazioen natulare titanium
upper receiver 80% con finitura camo, anodizzata nera e con anodizzazioen natulare titanium

LA ZMF sta già organizzando alcune novità da presentare alla IWA 2017. Alcune anticipazioni riguardano i receiver per 0.308, buffer grezzi con tecnologia IMPACT EXTRUSION e sviluppi importanti sulle carcasse delle 1911. Daremo di seguito ulteriori delucidazioni…

Questa azienda italiana ha nuovamente sottolineato il suo interesse non solo a servire il mercato dei grossi produttori, ma anche quello dei piccoli assemblatori, fabbricanti ed armerie dando la possibilità a queste realtà professionali di acquistare i prodotti senza un minimo di ordine sia come componenti grezzi, sia semilavorati all’80% sia come finiti al 100%.

Ovviamente per i primi 2 casi si tratta di componenti non matricolati di libera vendita, mentre nel caso dei 100% si tratta di parti essenziali matricolate soggette a tutte le normative del caso.

Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a visitare il sito http://zmforging.it/it/applicazioni/tacticals-division/

 


© Copyright 2016 Diego Ruina, All rights Reserved. Written For: Armi Militari

Rispondi