Uziel Gal

Uziel Gal
(15.12.1923-07.09.2002)

uziel galUziel Gal, c.a 1960

Nato nel 1923 a Weimar, in Germania, con il nome di Guthardt Glass, figlio di un artista di discendenza ebraica, frequenta la scuola ebraica fino all’età di dieci anni. Con la salita al potere di Hitler, l’intera scuola si trasferisce oltremanica, dove Uziel Guthardt rimarrà fino al 1936, anno in cui si trasferirà a seguito della famiglia nel nord della Palestina, allora protettorato inglese. Si ricongiunge con i suoi genitori nel kibbutz di Yagur, dove cambia il proprio nome in Uziel Gal. Viene educato a Nesher, nei pressi di Haifa, e in seguito nella scuola del kibbutz, dove mostra un forte interesse per le armi da fuoco.

A 15 anni conclude il suo primo progetto: una balestra automatica fatta in casa. In breve seguito si unirà alla milizia clandestina ebraica in Palestina, la Haganah, giungendo a capo del settore armamenti. Nel 1943 viene catturato e processato per il trasporto di alcune armi in una borsa, e viene imprigionato ad Acre sotto una condanna di 7 anni. Nel 1946 viene rilasciato, e il suo ritorno al kibbutz viene immediatamente seguito da una ripresa delle sue attività di progettazione.

Nel 1948, durante la guerra d’indipendenza, Uziel partecipa attivamente ai combattimenti in Galilea, a seguito di un corso di studi viene promosso ufficiale e l’anno seguente si unisce al TAAS, il reparto di manifattura di armi da fuoco, nel quale prosegue lo sviluppo, iniziato l’anno precedente, dell’arma che porta il suo nome e che verrà adottata dall’esercito israeliano nel 1951: la SMG Uzi, nome datogli contro la volontà del suo stesso ideatore.

A seguito dell’adozione dell’arma da lui studiata, ad Uziel Gal vengono riconosciute due menzioni particolari: la Tzalash Ramatkal, una citazione dal capo di stato maggiore, ricevuta nel 1955, seguita nel 1958 dal primo conferimento dell’Israel Security Award, il premio per la sicurezza israeliana, consegnatagli dall’allora primo ministro, David Ben Gurion.

Uziel rimarrà nel TAAS per 27 anni, fino al suo pensionamento, nel 1976, al quale fece seguito il suo trasloco a Philadelphia per ottenere cure migliori per la figlia, dove ebbe modo di partecipare, nei primi anni 80, allo sviluppo della Ruger MP9.

Muore nel 2002 all’età di 78 anni, lasciando un figlio, Iddo Gal, che scrisse e fece pubblicare la biografia del padre. Il suo corpo è stato riportato in Israele, e giace ora nel cimitero di Yagur.


© Copyright 2014 Giorgio Riboldi, All rights Reserved. Written For: Armi Militari

4 risposte a “Uziel Gal”

  1. Grazie per il feedback, connessione permettendo continuerò con gli articoli biografici, ritengo sia un bene contestualizzare determinate personalità del mondo armiero.


    1. questa è la foto di Uziel gal che preferisco, mentre mostra a Willy Brandt allora ministro della difesa della Germania Ovest la sua Uzi.
      Uzi che la Germania Ovest adotterà per le sue forze armate sotto la denominazione di Mp2.

Rispondi