Schwarzlose M.1907/12

Schwarzlose Lato Sinistro
Schwarzlose

All’inizio della prima guerra mondiale il K.u.K.H. (Kaiserlich Und Koneglich Heer) era equipaggiato con poche mitragliatrici M1893 von Dormus , poche Schawrtzlose M1907 e moltissime mitragliatrici Schwartzlose m1907/12. Era insomma molto meglio equipaggiato in questo senso del Regio Esercito , che poteva contare su pochissime mitragliatrici Perino, poche tipo Maxim e numerose ma mediocri Fiat Modello 1914. Leggi tutto “Schwarzlose M.1907/12”

Strikes Industries UDC – Ultimate Dust Cover

UDC Montato visto chiuso

Tra i molti accessori più o meno frivoli per la piattaforma AR-15, i dust cover personalizzati hanno riscosso un certo successo dapprima con le incisioni personalizzate poi infine con quelli after market polimerici, anch’essi più o men personalizzati. Leggi tutto “Strikes Industries UDC – Ultimate Dust Cover”

Samopal VZ 24

Samopal VZ 24 Poster

Le pistole mitragliatrici cecoslovacche modello 24 e modello 26 sono la versione camerate per la potente cartuccia 7,62×25 Tokarev delle modello 23 e modello 25 calibro 9 mm × 19. La serie di Vz23 / Vz25 e Vz24 / Vz26 progettata da Jaroslav Holeček nell’immediato dopoguerra diedero il via a una nuova generazione di pistole mitragliatrici che presentavano una serie di innovazioni meccaniche che le distinguevano nettamente da tutte le altre armi del genere prodotte prime. Leggi tutto “Samopal VZ 24”

Granatbüchse Modell 39

Il granatbuchse Modell 39 nasce da una modifica del fucile anticarro Panzer Busche 39 (Pz.B.39), i tedeschi si erano resi conto che i fucili anticarro PZ. B . 39 erano già obsoleti all’inizio della campagna di Francia , e per la fine del 1941 fù chiaro che la loro munizione da 7,92×94 mm ad alta velocità non era in grado di arrecare danni significativi ai corazzati nemici perforando al massimo 30 mm di corazza a 90 gradi, cosi nel 1942 i tedeschi decisero di reimpiegare parte gli oltre 39.000 PZ.B.39 prodotti convertendoli in fucili lancia granate anticarro. Leggi tutto “Granatbüchse Modell 39”

Diamond Head Polymer Sight

A quanto pare il polimero imperversa sempre più nelle mire abbattibili, dopo vari marchi tra cui Magpul, ARMS anche la Diamond Head arriva con la sua proposta.
Evidentemente la differenza di costo finale del prodotto rispetto quelle in metallo ed i minori costi di produzioni stanno giocando un ruolo pesante sul successo di vendita.

Nel caso delle Diamond Head Polymer Sight si tratta di una coppia mire abbattibili realizzate interamente in polimero di colore nero con inserti luminescenti di colore verde che si va ad affiancare alle precedenti serie in metallo. Leggi tutto “Diamond Head Polymer Sight”

Trijicon ACOG TA44S-10 1.5 × 16

Trijicon ACOG TA44S

Tra i sistemi di mira uno dei più diffusi e familiari è certamente la serie ACOG di Trijicon.

L’acronimo ACOG ( advanced combat optical gunsight) nasce nel’1987 quando il modello 4×32TA01 entra nel programma Advanced Combat Rifle dello US ARMY. Da allora la caratteristica forma dell ACOG è diventata quasi parte integrante della silhouette degli M16 e degli M4 delle varie forze militari e di polizia sia americane che di altri paesi avvicinandosi oramai al traguardo dei trenta anni di servizio. Leggi tutto “Trijicon ACOG TA44S-10 1.5 × 16”

Uziel Gal

Uziel Gal
(15.12.1923-07.09.2002)

uziel galUziel Gal, c.a 1960

Nato nel 1923 a Weimar, in Germania, con il nome di Guthardt Glass, figlio di un artista di discendenza ebraica, frequenta la scuola ebraica fino all’età di dieci anni. Con la salita al potere di Hitler, l’intera scuola si trasferisce oltremanica, dove Uziel Guthardt rimarrà fino al 1936, anno in cui si trasferirà a seguito della famiglia nel nord della Palestina, allora protettorato inglese. Si ricongiunge con i suoi genitori nel kibbutz di Yagur, dove cambia il proprio nome in Uziel Gal. Viene educato a Nesher, nei pressi di Haifa, e in seguito nella scuola del kibbutz, dove mostra un forte interesse per le armi da fuoco. Leggi tutto “Uziel Gal”