SHOT Show 2014 – Giorno 1

SHOT Show 2014 - Media Day Preview - Ford con Vulcan

I tempi sono molto stretti, la sveglia è puntuale alle 07:30 per poi ritrovarci alle 08:00 presso il Coco’s, locale tipico Americano, dove servono delle colazioni da campioni.
Dopodichè via dritti in fiera. Nonostante vi siano 3 piani di parcheggi, risulta sempre difficoltoso trovare un posto auto, sempra quasi incredibile la quantità di automezzi circolante per le strade di Las Vegas.
La fiera è imponente, 1600 espositori, 59’000 metri quadrati di superfice, ospitante l’incredibile numero di 62’000 visitatori provvenienti da oltre 50 paesi.
Si rientra in Hotel la sera sfiniti, a stento si riesce a fare un giro per la Strep (la strada principale di Las Vegas) per incontrarsi con altri amici e condividere quello visto durante in giorno.
A sera inoltrata si rientra ormai sfiniti, spaendo che l’indomani restarà ancora molto da vedere. Leggi tutto “SHOT Show 2014 – Giorno 1”

SHOT Show 2014 – Media Day Preview

SHOT Show 2014 - Media Day Preview - Barret M105 particolare volata del soppressero

Per la terza volta consecutiva sono le sabbiose linee del poligono di Boulder City a dare il via allo SHOT Show con il Media day at the Range.
Non si può immaginare maniera più spettacolare e concreta di questa per mostrare le novità del settore, dove  i  produttori mettono in prova le ultime novità con un supporto di personale specializzato in grado di fornire ogni tipo di spiegazione tecnica.
In attesa di un più dettagliato reportage dei prossimi giorni dell’EXPO abbiam avuto un primo assagio di quanto vedremo per il settore ottiche e sistemi di puntamento e sistemi d’arma. Leggi tutto “SHOT Show 2014 – Media Day Preview”

Tokarev SVT-40

SVT Con baionetta

Samozaryadnaya Vintovka Tokareva, Obrazets 1940 goda
(Самозарядная винтовка Токарева, образец 1940 года)

Un pò di storia

Verso l’inizio degli anni ’30 i progettisti dell’ esercito russo stavano cercando un nuovo fucile semiautomatico con cui rifornire l’armata rossa, vista l’inadeguatezza del Mosin-Nagant 1891. Nel 1936 furono analizzati diversi prototipi realizzati da alcuni progettisti, che nel corso dei successivi anni sarebbero diventati nomi illustri nel settore armiero, Sergei Gavrilovich Simonov e Fedor Vasilievich Tokarev.

Inizialmente la gara fu vinta da Simonov con la sua carabina AVS-36, arma il cui progetto nacque nel 1930 e prevedeva un fucile automatico a presa di gas con pistone corto, camerato per la munizione 7.62 × 54 mm.

Leggi tutto “Tokarev SVT-40”

Simonov SKS (CKC45g)

SKS sovietico.

Simonov SKS (CKC45g) – Samozaryadniy Karabin sistemi Simonova (Самозарядный карабин системы Симонова)

Introduzione

Riporto ora uno stralcio di un mio articolo sul Tokarev SVT-40, poiché le origini di questi due fucili sono le medesime:

Sergei Gavrilovich Simonov
Sergei Gavrilovich Simonov

“Verso l’inizio degli anni ’30 i progettisti dell’esercito russo stavano cercando un nuovo fucile semiautomatico con cui rifornire l’armata rossa, vista l’inadeguatezza del Mosin-Nagant 1891. Nel 1936 furono analizzati diversi prototipi realizzati da alcuni progettisti, che nel corso dei successivi anni sarebbero diventati nomi illustri nel settore armiero, Sergei Gavrilovich Simonov e Fedor Tokarev.
Inizialmente la gara fu vinta da Simonov con la sua carabina AVS-36, arma il cui progetto nacque nel 1930 e prevedeva un fucile automatico a presa di gas con pistone corto, camerato per la munizione 7.62 x 54 mm. Le impressioni dei soldati furono però negative. Furono criticati il caricatore troppo ingombrante, la poca controllabilità nel tiro a raffica e il freno di bocca che non riusciva a contenere l’esasperazione della munizione. Nel 1938 l’arma fu così abbandonata e si decise di indire una nuova gara. Simonov propose una versione aggiornata del proprio fucile, ma probabilmente per una scelta legata dalle amicizie e simpatie, la commissione, su indicazione di Stalin, votò per un nuovo prototipo proposto da Fedor Tokarev lo SVT-38. Un fucile […]
Leggi tutto “Simonov SKS (CKC45g)”

Sergei Gavrilovich Simonov

Sergei Gavrilovich Simonov
(09.04.1894-06.05.1986)

Sergei Gavrilovich Simonov
Sergei Gavrilovich Simonov

Nato nel 1894 a Fedotow, Simonov ha iniziato a lavorare in una fonderia subito dopo aver completato la scuola elementare. Entro la fine della Prima Guerra Mondiale, dopo aver completato un corso per tecnico di base di istruzione, ha iniziato a lavorare su un fucile automatico d’avanguardia progettato da Vladimir Grigoryevich Fyodorov, il “Fedorov Avtomat”. Dopo la rivoluzione russa, Simonov proseguì ulteriormente gli studi presso il Polytechnic Institute di Mosca, diplomandosi nel 1924 ed iniziò a lavorare presso il grande arsenale militare di Tula. Nel 1926 diventò un ispettore di controllo della qualità a Tula, e dal 1927, fu promosso al settore di Progettazione e Sviluppo, dove lavorò direttamente sotto Fedorov. Progetta il Simonov AVS-36. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Simonov ha progettato anche alcune armi da fuoco : un mitra che non entrò in produzione, ed un fucile semiautomatico anti-carro, il 14,5 x 114 millimetri PTR, che fu la base , in scala ridotta,  del SKS.
Morì il 6 maggio 1986.

Non sei ancora iscritto alla newsletter ?

Con una semplice notifica via email ti aggiorniamo sulle ultime novità!
Unisciti alle altre persone che già lo hanno fatto.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 9.278 altri iscritti

Per leggere la nostra informativa sulla privacy, la puoi trovare qui: Privacy Policy.

Subscribe!